Scriviamoci 2018: “Noi e l’Altro”


A tutti gli studenti delle scuole superiori in Italia, e di quelle italiane all’estero, il Centro per il libro e la lettura e l’Atlante digitale del ‘900 letterario lanciano la sfida di Scriviamoci! Per il quarto anno consecutivo, infatti, torna il concorso di scrittura che invita i giovanissimi a mettere a fuoco aspetti di se stessi e del mondo in cui vivono: per l’edizione 2018 il tema è “Noi e l’Altro” e la scadenza per l’invio degli elaborati è il 23 aprile, giorno di inizio del Maggio dei Libri! Un ideale passaggio di testimone fra amore per la scrittura e per la lettura, di buon auspicio per tutti i cittadini di oggi e di domani.

Ecco il regolamento:

  • La partecipazione alla quarta edizione del Premio Scriviamoci è aperta agli studenti delle Scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia e italiane all’estero
  • Tema del concorso:
  • “Noi e l’Altro”. Negli ultimi anni, il fenomeno dei migranti che abbandonano il loro paese – spinti dalla guerra e dalla fame – e partono in cerca di un futuro migliore ha assunto proporzioni spaventose. C’è chi vorrebbe accoglierli tutti, chi chiede una regolamentazione seria e chi vorrebbe chiudere le frontiere. Tu come la pensi? Scrivi un breve saggio o prova a raccontare una storia.

  • L’elaborato inviato dovrà avere una lunghezza compresa tra 5.400 e 10.000 battute, spazi inclusi, e recherà in calce nome e cognome, scuola e classe di appartenenza dell’autore scritti per esteso.
  • Ogni concorrente potrà partecipare con un solo testo. Ogni scuola potrà partecipare con un massimo di 5 elaborati, inviati da un insegnante di riferimento all’indirizzo email: scriviamoci@beniculturali.it  entro e non oltre il 23 aprile 2018.
  • L’email di accompagnamento degli elaborati dovrà contenere:
  • In oggetto Premio Scriviamoci 2018 – Nome della scuola

    Nel testo Dati dell’autore o degli autori (nome e cognome, data di nascita, classe di appartenenza). Dati della scuola (denominazione, indirizzo completo, telefono, email). Dati dell’insegnante referente (nome e cognome, email, numero di cellulare).

  • I testi non saranno restituiti e potranno essere utilizzati dagli Organizzatori senza nulla a pretendere da parte dei partecipanti.
  • Tutti gli elaborati pervenuti verranno pubblicati in una sezione, appositamente creata, sull’Atlante digitale del Novecento letterario.
  • Una commissione di esperti sceglierà i tre elaborati migliori i cui autori si aggiudicheranno una valigetta di libri messi a disposizione dalGruppo GeMS. Al primo classificato verrà inoltre offerto uno stage di due giorni presso la scuola di scrittura “Bottega di narrazione Finzioni” di Bologna.
  • In base alla vigente normativa sulla privacy, gli indirizzi e i dati personali dei partecipanti verranno utilizzati esclusivamente per lo svolgimento del concorso.
    • 2319