Presentata l’indagine sulla lettura nei mesi dell’emergenza sanitaria, Oltre | Il Maggio dei Libri prosegue sui social con le nuove rubriche estive Correnti di lettura e rEstate con noi.


22 luglio 2020. Con più di 15.600 attività registrate nella banca dati, Oltre | Il Maggio dei Libri prosegue fino al 31 ottobre continuando a offrire iniziative di rilievo culturale e contenuti originali tutti da scoprire. In questa decima edizione, la campagna nazionale del Centro per il libro e la lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo è rimasta accanto al proprio pubblico proponendo strumenti e iniziative alternativi a quelli tradizionali ma capaci di mantenere saldo il legame con la ricca comunità di soggetti e istituzioni, pubblici e privati, coinvolta ogni anno nella promozione della lettura. La risposta è stata eccezionale, con un’esplosione di entusiasmo, impegno e creatività senza precedenti, che ha portato all’ideazione e condivisione di migliaia di eventi online in tutta Italia e all’estero, in un unico grande abbraccio all’insegna dell’amore per la lettura.

“Per conservare questo spirito di comunità e passione per i libri abbiamo voluto offrire al pubblico della campagna ulteriori occasioni di lettura anche durante l’estate”, commenta Diego Marani, presidente del Centro per il libro e la lettura. “Soprattutto dopo le difficoltà vissute durante l’emergenza Covid, con il rischio di un impoverimento culturale oltre che economico, è importante non perdere il gusto e l’abitudine di leggere, attività che ci regala non solo competenze strategiche per la vita e il lavoro ma anche preziosi momenti di introspezione, grazie ai quali acquisiamo maggiore consapevolezza di noi stessi e impariamo a rapportarci al mondo con lucidità”.

“Il Maggio dei Libri è stato al fianco del proprio pubblico nei mesi più duri, in modo digitale ma con effetti concreti e tangibili, apprezzati da tutti i soggetti coinvolti sul territorio, in Italia e all’estero, soprattutto con gli Istituti Italiani di Cultura”, sottolinea Angelo Piero Cappello, direttore del Centro per il libro e la lettura. “C’è stata e c’è tuttora una capillare ed entusiastica adesione da parte degli organizzatori di attività legate alla lettura e una massiccia fruizione dei contenuti proposti sui canali social della campagna. Ora che la situazione è migliorata, ci è sembrato giusto proseguire questo viaggio collettivo all’insegna dei libri con la dovuta leggerezza estiva”.

Le due nuove rubriche social estive

Così, dopo i successi di #ioleggoacasa e #inLibreria, Oltre | Il Maggio dei Libri prosegue sui social attraverso due nuove rubriche pensate per tenere compagnia al pubblico durante il periodo estivo: Correnti di lettura e rEstate con noi.

La prima raccoglie video-consigli di lettura provenienti dagli Istituti Italiani di Cultura partner de Il Maggio dei Libri, attivissimi fin dall’inizio della campagna: Copenaghen, Helsinki, Madrid, Monaco di Baviera, Oslo, Rio de Janeiro, San Francisco, Stoccolma, Tirana, Varsavia. Infatti, ai rispettivi direttori è stato chiesto di segnalare due libri, uno di un autore italiano e uno del Paese in questione, dai quali trarre spunti e riflessioni utili a pensare al futuro in modo costruttivo e positivo, conservando inalterata la curiosità verso le altre culture e il desiderio di scoperta che solo la lettura riesce a colmare. Il risultato sarà un “viaggio letterario” che prenderà il via sulle pagine Facebook, Twitter e Instagram de Il Maggio dei Libri portando i lettori a contatto con una cultura letteraria ogni volta diversa: si inizierà giovedì 30 luglio con i consigli provenienti dall’IIC di Monaco di Baviera, Heimat (Nora Krug) e L’eco di uno sparo (Massimo Zamboni), per poi passare all’IIC di Tirana, martedì 4 agosto, per una riflessione su Ognuno Impazzisce A Modo Suo (Stefan Çapaliku) e Dodici rose a Settembre (di Maurizio de Giovanni) fino ad arrivare, giovedì 6 agosto, a Madrid, dove la direttrice dell’IIC parlerà del romanzo Dio nella macchina da scrivere di Irene Di Caccamo e dei libri di poesia di Pilar Adón, La hija del cazador e Mente animal, ma la programmazione proseguirà fino a metà settembre.

Podcast audio sono invece quelli appartenenti alla seconda rubrica, rEstate con noi, realizzati con la preziosa collaborazione dei Festival partner della campagna. Due contributi per ogni manifestazione per un totale di 12 podcast che terranno compagnia agli utenti delle pagine Facebook e Twitter de Il Maggio dei Libri permettendo loro di recuperare dialoghi, interviste, riflessioni, incontri e letture che potrebbero aver perso quando sono stati trasmessi nel corso della programmazione digitale dei rispettivi appuntamenti. La programmazione porterà a riscoprire gli appuntamenti digitali di Memoria Festival (29 e 31 luglio), Salone Internazionale del Libro di Torino (3 e 5 agosto), pordenonelegge (11 e 13 agosto), La via dei Librai (17 e 19 agosto), Pistoia – Dialoghi sull’uomo (24 e 26 agosto) e Maratona di lettura della città di Feltre (28 e 31 agosto).

A introdurre e presentare le iniziative, regalando inoltre agli utenti i propri “consigli letterari”, saranno il presidente e il direttore del Centro per il libro e la lettura, Diego Marani (Il quartiere, di Vasco Pratolini; La città nello specchio, di Mirko Kovač; Un tranquillo viale alberato, di Nada Gašić; Montenegro, di Bato Tomaševic) e Angelo Piero Cappello (Il fuoco nel mare, di Leonardo Sciascia; Filosofia per i prossimi umani, di Francesco De Filippo e Maria Frega; Delitto alle saline, di Danilo Pennone).

L’indagine sulla lettura nei mesi dell’emergenza sanitaria

È giunta ad un primo traguardo l’indagine su La lettura nei mesi dell’emergenza sanitaria, una delle novità proposte in questa decima edizione de Il Maggio dei Libri, nata sull’onda della grande partecipazione sul web, durante la quarantena, da parte della comunità cresciuta negli anni intorno alla campagna, con attività e momenti di condivisione dedicati ai libri. L’indagine, voluta dal Centro per il libro e la lettura e affidata all’Associazione Italiana Editori, era stata annunciata il 23 aprile, giornata inaugurale de Il Maggio dei Libri, e il 16 luglio sono stati presentati i primi risultati.

Dalla ricerca emerge che leggere un libro è un’attività a cui gli italiani dedicano prevalentemente meno di un’ora al giorno, con valori in diminuzione nell’ultimo anno, mentre la televisione, il telefono, whatsapp, i social network sono tutte attività che mediamente impegnano per più di 60 minuti, con valori in crescita. Quasi la metà di chi non ha letto durante il lock-down (il 47%) dichiara che il motivo è stato la mancanza di tempo, il 35% la mancanza di spazi in casa dove concentrarsi, il 33% le preoccupazioni, il 32% ha sostituito i libri con le news. I dati raccolti a maggio, infine, mostrano che si è fortemente ridotto il numero di lettori che hanno acquistato libri nei 12 mesi precedenti (sono il 35% nel 2020, erano il 63% nel 2019) e che il mercato rischia una pesante flessione a causa del comportamento dei forti lettori. Gli acquirenti che si definiscono forti lettori passano infatti da 4,4 milioni a 3,5 milioni, con una flessione del 20%. A maggio 2020, i forti lettori hanno acquistato nei 12 mesi precedenti 30,2 milioni di copie, in calo del 45% rispetto al dato di fine 2019 (51,4 milioni di copie).

L’indagine proseguirà nell’ambito di un progetto di ricerca più ampio che, con il contributo di Pepe Research, aiuterà a capire non solo come è cambiata la lettura nei due mesi di eccezionalità dell’emergenza ma anche come potrà cambiare prossimamente, a partire da una rilevazione che sarà condotta a settembre-ottobre. Il progetto si concluderà a novembre con la pubblicazione di un rapporto di ricerca che raccoglierà i risultati emersi e individuerà una serie di iniziative organiche per la promozione della lettura e il sostegno alle aziende della filiera del libro.

Come aderire alla campagna

Ricordiamo che è possibile aderire a Oltre | Il Maggio dei Libri fino all’ultimo giorno, il 31 ottobre: basta registrarsi alla banca dati (www.ilmaggiodeilibri.it/registrazione) e inserire i propri appuntamenti. Sono disponibili due video tutorial: uno sulla compilazione della banca dati per iniziative in presenza (https://bit.ly/3ah9tfe) e uno dedicato all’inserimento di eventi web (https://bit.ly/3bruR1G). Entrambe le tipologie di attività confluiscono nel database degli eventi visibile sul sito della campagna www.ilmaggiodeilibri.it e, sempre dal sito, è possibile scaricare il logo e i materiali promozionali (www.ilmaggiodeilibri.it/download/), che vi invitiamo a utilizzare per rilanciare al massimo l’identità visiva. Qui (www.ilmaggiodeilibri.it/faq/), infine, le risposte alle domande più frequenti. Gli organizzatori possono inoltre scaricare come riconoscimento ufficiale, al termine dell’inserimento delle proprie iniziative, il badge “Partecipiamo anche noi”, da condividere su siti, social network e, stampato, utilizzare insieme alle locandine sulle vetrine. Fra tutte le iniziative in banca dati, anche quest’anno a fine campagna saranno selezionate le cinque più originali (una per categoria: Associazioni, Biblioteche, Librerie, Scuole, Carceri/Strutture sanitarie e per anziani), alle quali sarà assegnato il Premio Il Maggio dei Libri 2020.

 

La rete di partner e collaborazioni

Il Maggio dei Libri è un’iniziativa del Centro per il libro e la lettura (Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo), con l’intervento di Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ministero dell’Istruzione, Ministero dell’Università e della Ricerca, la partecipazione di Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e dell’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani e con il patrocinio di Commissione Unesco.

Numerose collaborazioni sono in corso di definizione. Hanno finora aderito: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, AIE – Associazione Italiana Editori, ADEI -Associazione Degli Editori Indipendenti, AIB – Associazione Italiana Biblioteche, ALI – Associazione Librai Italiani, SIL – Sindacato Italiano Librai, Società Dante Alighieri, Teatro di Roma, Associazione degli italianisti, Atlante digitale del ‘900 letterario, Istruzione Sistema Biblioteche di Roma, SIAE -Società Italiana degli Autori ed Editori, Regione Toscana, Comune di Roma, Città di Feltre, Municipio Roma VI, Accademia della Crusca, Salone Internazionale del Libro di Torino, Fondazione Francesco De Sanctis, Istat – Istituto Nazionale di Statistica, Centro Studi per la Scuola Pubblica, Fondazione Circolo dei lettori, Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, Associazione Forum del libro, laFeltrinelli Librerie, IBS.it, Mondadori Store, librerie.coop, Librerie Ubik, messaggerie libri, Istituto Italiano di Cultura di Copenaghen, Istituto Italiano di Cultura di Helsinki, Istituto Italiano di Cultura di Madrid, Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera, Istituto Italiano di Cultura di Mosca, Istituto Italiano di Cultura di Oslo, Istituto Italiano di Cultura di Rio de Janeiro, Istituto Italiano di Cultura di San Francisco, Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma, Istituto Italiano di Cultura di Tirana, Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Alleanza Cooperative Italiane, Obiettivo Lettura, Unicoop Tirreno, Sapienza Università di Roma, Libera Università degli Studi di Bolzano, Ateneo di Salò Onlus, Romics, Associazione culturale Play Town Roma, Federculture Servizi, Fondazione Pordenonelegge.it, La Via dei Librai, Leggere:tutti, Pistoia – Dialoghi sull’uomo, FIGC Femminile, Memoria Festival. Media partner: Rai, Rai Cultura, Rai Radio Kids.

  • 214