Le vincitrici del Premio italo-tedesco per la traduzione letteraria


Promosso dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, dal Ministero federale tedesco degli affari esteri, in collaborazione con il Goethe-Institut e il Centro per il libro e la lettura, il Premio si assegna da 11 anni a traduzioni eccellenti in lingua italiana di opere di letteratura tedesca contemporanea, che abbiano dato un contributo significativo allo scambio culturale fra Italia e Germania. Ieri, mercoledì 30 maggio, nell’auditorium del MAXXI di Roma, si è svolta la cerimonia di conferimento: le vincitrici 2018 sono Donata Berra per “La guerra invernale nel Tibet” (Winterkrieg in Tibet) di Friedrich Dürrenmatt e Daria Biagi per “Materia prima” (Rohstoff) di Jörg Fauser. Congratulazioni!

Dopo i saluti di Giovanna Melandri (Presidente della Fondazione MAXXI), Gabriele Kreuter-Lenz (Direttore Generale Goethe-Institut Italien), Paola Passarelli (Direttore Generale Biblioteche e Istituti Culturali) e Romano Montroni (Presidente del Centro per il libro e la lettura), è intervenuto l’Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania Susanne Wasum-Rainer e, a seguire, lo scrittore e critico letterario Ernesto Ferrero, con una lectio magistralis sul significato e il valore della parola scritta e tradotta in altre lingue e culture. L’attrice Daniela Morozzi ha recitato alcuni brani delle traduzioni premiate; moderatrice dell’incontro Gabriele Kreuter-Lenz, Direttrice del Goethe-Institut in Italia.

  • 371