Il Maggio dei Libri per gli studenti “ristretti”


La rete delle scuole ristrette ha aderito al Maggio dei Libri con docenti che dal 23 aprile al 31 maggio hanno aperto le porte delle aule interne ai carceri permettendo a giovani studenti “ristretti” di dialogare con l’esterno attraverso la pratica della lettura. Autori, attori e giornalisti si sono resi disponibili ad entrare nelle carceri con reading, concorsi, salotti letterari e spettacoli teatrali tra cui vi segnaliamo: i ragazzi dell’IIS “J. Von Neumann” Roma-sezione ITE – Casa Circondariale Rebibbia Roma, nell’ambito del Corso base di Bilbioteconomia, che si sono impegnati in letture tratte dall’Orlando Furioso di Ariosto. Gli studenti dell’IIS “Sansi-Leonardi-Volta” di Maiano-Spoleto hanno invece preso parte alle iniziative #Rebibbiachelegge e il #MaggiodeiLibri con incontri collegati al Corso di Biblioteconomia carceraria, proposto dal CESP – Centro studi scuola pubblica (Università “Roma Tre”), con la collaborazione del Centro per il libro e la lettura. Hanno partecipato alla campagna anche il Cpia e l’Istituto Alberghiero di Alghero, con reading collettivi di brani tratti dalla Storia delle terre e dei luoghi leggendari di Umberto Eco, il Cpia 1 Casa Circondariale Lorusso Cutugno (TO), che ha aderito al progetto Adotta uno scrittore – del Salone del libro – e, insieme alle donne detenute del padiglione F, dell’Icam e della comunità Arcobaleno, ha scelto Valeria Parrella, che ha proposto in lettura il libro Troppa importanza all’amore. Allo stesso progetto ha aderito il Liceo artistico “Soleri-Bertoni” sezione della Casa di reclusione Morandi (Saluzzo). La Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli ha organizzato un Salotto letterario delle detenute, mentre l’IIS “Eugenio Barsanti” di Massa ha avviato, insieme al gruppo LaAV (volontari per la lettura), un percorso di letture che continuerà anche durante l’estate.

E ancora: il Liceo Artistico sezione Casa Circondariale Lorusso Cutugno (TO) ha realizzato lo spettacolo Meditazioni sul Cantico dei Cantici, a cura del Gruppo di detenute e detenuti del Laboratorio Teatro e Società-Spettacolo, andato in scena presso il teatro della Casa Circondariale di Torino, e ha bandito il concorso Artisti e Scrittori Dentro. L’Istituto Superiore Sassetti-Peruzzi che opera all’interno della Casa Circondariale di Sollicciano (FI) ha aderito all’iniziativa del Maggio dei libri leggendo agli studenti il testo Novecento di Alessandro Baricco e proponendo loro un monologo teatrale tratto dal testo stesso. Anche nel mese di giugno l’iniziativa prosegue in alcune carceri come nel ITC “F.Niccolini” – Casa di Reclusione di Volterra (PI) che ha organizzato un reading con testi di Ascanio Celestini, Paolo Rossi e Riccardo Cassini, oltre che di Totò.

  • 971