Il Maggio dei Libri entra nelle carceri


Anche quest’anno il Maggio dei Libri entra nelle carceri con salotti letterari, reading e laboratori, tra questi vi segnaliamo due appuntamenti che si svolgono a fine mese: il primo, organizzato dal Liceo Classico V. Emanuele II di Lanciano (Chieti), dal titolo “Nescio si potes… I know you can” si svolgerà il 31 maggio presso la Casa circondariale di Lanciano dove studenti, volontari e detenuti collaboreranno insieme. Il percorso vede da un lato la partecipazione attiva dei detenuti che metteranno a disposizione le loro personali risorse, dall’altro studenti e ospiti potranno guardare al mondo del carcere con un’ottica diversa: un luogo che nega la libertà ma che può restituire all’uomo la propria dignità attraverso la valorizzazione del sé.

Il secondo si sta svolgendo a Cremona dove la Rete bibliotecaria comunale ha voluto realizzare le casette dei libri per tutti i comuni aderenti al sistema bibliotecario per avvicinare le persone, che solitamente non entrano in biblioteca, al mondo dei libri. Le casette sono state costruite dai detenuti della Casa circondariale di Cremona: grazie ad un protocollo di intesa, infatti, il Centro di istruzione per gli adulti di Cremona ha avviato un laboratorio di falegnameria in carcere e ben 30 casette sono state prodotte e consegnate ai comuni. Dalla fine di aprile e per tutto il mese di maggio i comuni a cui è stata donata una casetta dei libri hanno organizzato e stanno ancora organizzando attività di promozione della lettura per inaugurare la collocazione della casetta in un luogo della città.

  • 114