Il Maggio dei Libri all’estero


Come già accaduto nelle scorse edizioni, anche quest’anno il Maggio dei libri ha valicato i confini nazionali, con appuntamenti a Parigi, Atene e Lima. Nella capitale francese la maggior parte delle iniziative, a cominciare dalla tavola rotonda all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi dedicata al maestro Alberto Manzi, che con la sua trasmissione RAI “Non è mai troppo tardi” negli anni Sessanta contribuì a risolvere il grave problema dell’analfabetismo in Italia. All’IC Leonardo Da Vinci di Parigi numerose le iniziative proposte: l’incontro “Riflessioni sull’eredità di Don Milani nel 50° di Lettera a un professoressa”, un “Omaggio a Luigi Pirandello: letture e riflessioni ad alta voce, I compresenti: quando le lingue si incontrano” – e percorsi di letteratura comparata tra Balzac, Camus e Manzoni, La guerra raccontata da chi la fa: “pagine di letteratura al di là di mito e propaganda, Le città invisibili di Italo Calvino e Parigi tra realtà e immaginario”. Ad Atene la Scuola italiana, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in Grecia, ha organizzato “Memorie di Adriano… ad Atene”. Le classi I e II liceo hanno letto brani tratti da “Memorie di Adriano” di Marguerite Yourcenar in luoghi particolarmente significativi della città cara all’imperatore e da lui arricchita con splendide testimonianze architettoniche. Ha inoltre partecipato al Maggio dei libri la scuola paritaria italo-peruviana “Antonio Raimondi” di Lima.

  • 796