Il Maggio dei Libri 2019 è quasi qui!


Il tempo vola e siamo vicini all’inizio del Maggio dei Libri. La campagna nazionale di promozione della lettura dà appuntamento a tutti dal 23 aprile al 31 maggio, quest’anno con il claim Se voglio divertirmi leggo, illustrato da Mariachiara Di Giorgio attraverso un’allegra banda di personaggi immaginari, usciti dal mondo delle fiabe e della fantasia e pronti a ispirare gli organizzatori per le iniziative più originali. La sfida lanciata in ogni edizione è quella di liberare la creatività e cimentarsi nell’organizzazione di iniziative che coinvolgano le persone più diverse, portando i libri nella quotidianità e il più possibile fuori dai loro contesti tradizionali. Non solo librerie, biblioteche, scuole e spazi istituzionali, quindi, ma occasioni di lettura condivisa anche nei locali pubblici, negli ambulatori medici, nei negozi, sugli autobus, sulle navi, in bicicletta, in palestre, parchi, ristoranti… E per chi preferisse partire da una traccia, anche quest’anno ci sono i filoni tematici proposti dal Centro per il libro e la lettura, ai quali è possibile ispirarsi in completa libertà:

Desiderio e genio. A 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci;
Dove sei giovane Holden? A cento anni dalla nascita di J.D. Salinger;
Se questo è un uomo. A cento anni dalla nascita di Primo Levi;
Guarda che luna! A cinquanta anni dall’allunaggio.

Il Maggio dei Libri è un’iniziativa di Centro per il libro e la lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con l’intervento di Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e della Presidenza della Camera dei Deputati, con il patrocinio della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e dell’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani; in collaborazione con SIAE, AIE – Associazione Italiana Editori, ADEI – Associazione Degli Editori Indipendenti, AIB – Associazione Italiana Biblioteche, ALI – Associazione Librai Italiani, SIL – Sindacato Italiano Librai, Società Dante Alighieri, Istituzione Biblioteche di Roma Capitale, Atlante digitale del ‘900 letterario, Fondazione Circolo dei lettori di Torino. Media partner: Rai Cultura e Rai Scuola.

IN ANTEPRIMA…
In un’ideale inaugurazione del Maggio dei Libri, il 16 aprile 250 studenti di 10 classi provenienti da alcune scuole superiori di Roma e dintorni saranno accolti nell’Aula dei Gruppi parlamentari presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio: qui, in un contesto ricco di storia e simbologia, lo scrittore Marco Missiroli terrà una lectio intitolata Io leggo con te, sulla bellezza e il valore del leggere insieme, della lettura come esperienza individuale e, allo stesso tempo, condivisa. Il programma prevede anche letture ispirate a Martin Eden, il romanzo di formazione uscito dalla penna di Jack London.

ALCUNE NOVITÀ DI QUESTA EDIZIONE
Tra i partner che tornano anche nel 2019 c’è NapoliCittàLibro, il Salone del Libro e dell’Editoria di Napoli in programma per la seconda edizione a Castel Sant’Elmo dal 4 al 7 aprile, alleato del Maggio dei Libri fin dal suo esordio l’anno scorso: per dare uno sprint in più alla campagna, giusto poco prima che prenda il via, alcuni tra gli ospiti del Salone racconteranno in pillole video perché
amano leggere e quale libro è stato particolarmente significativo per loro. Le clip saranno pubblicate sul sito del Maggio dei Libri e sui suoi canali social.
Un’altra novità è la mostra Pop-App. Scienza, arte e gioco nella storia dei libri animati dalla carta alle app, che fa parte di una serie di iniziative promosse dall’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma e dalla Fondazione Tancredi di Barolo di Torino. L’esposizione è realizzata in collaborazione con l’Istituto Centrale per la Grafica di Roma e la Fondazione Tancredi di Barolo di Torino e prevede un doppio allestimento in contemporanea, nelle rispettive sedi degli enti organizzatori (a Roma, nelle sale espositive di via della Stamperia; a Torino, nelle sale al piano terra di Palazzo Barolo e nelle sale del Percorso Libro del MUSLI), con inaugurazione l’8 maggio e apertura al pubblico dal 9 maggio al 30 giugno. A Roma la mostra è stata resa possibile grazie anche al sostegno del Centro per il libro e la lettura del MiBAC ed è patrocinata dal Dipartimento di Lettere e culture moderne dell’Università degli Studi “La Sapienza”. A Torino è patrocinata dalla Città di Torino e realizzata con il sostegno di Regione Piemonte – Direzione promozione della Cultura, del Turismo e dello Sport, Fondazione CRT, MiBAC – Direzione generale Biblioteche e Istituti culturali, Società Reale Mutua di Assicurazioni, Unione Industriale Grafici/Cartai/Editori/Cartotecnici. L’obiettivo del progetto è evidenziare le potenzialità artistiche, creative, educative dei libri animati (ovvero che includono dispositivi meccanici o para-testuali che richiedono e sollecitano l’interazione del lettore) e i loro legami con le tecnologie e le applicazioni digitali. I due allestimenti propongono un percorso storico-metodologico dal Medioevo fino alle più moderne applicazioni digitali, ciascuno con una propria identità e caratterizzazione: la mostra di Roma è focalizzata sulla storia del libro animato antico e delle sue applicazioni scientifiche; quella di Torino è più aperta alle implicazioni moderne e alla rappresentazione delle diverse espressioni dell’inventiva cartotecnica.
Infine, tra i nuovi partner del Maggio dei Libri si segnala il Sistema Bibliotecario Sapienza che gestisce le diverse biblioteche di facoltà dell’Università “La Sapienza” di Roma, che promuoverà alcune iniziative coerenti con lo spirito della campagna.

COME PARTECIPARE, IL SITO, LA BANCA DATI E I SOCIAL
Partecipare è davvero semplice e sul sito ufficiale ilmaggiodeilibri.it, fulcro della campagna, sono disponibili tutti gli strumenti utili: anzitutto la banca dati (ilmaggiodeilibri.it/registrazione), dove gli organizzatori di eventi sono invitati a inserire le proprie attività per il Maggio dei Libri (previa registrazione) così da tener traccia delle migliaia di eventi in calendario, poi le bibliografie tematiche per ciascun filone, suddivise per fasce d’età (ilmaggiodeilibri.it/bibliografie-2019) e ricche di spunti, e i materiali ufficiali da scaricare e personalizzare per promuovere e comunicare gli appuntamenti (ilmaggiodeilibri.it/download). Ma la “vita digitale” della campagna non si ferma qui: la banca dati offre la possibilità di condividere le iniziative convalidate sui propri canali social, blog o siti grazie a un link diretto (inserendo il tag #MaggiodeiLibri), mentre sui profili ufficiali Il Maggio dei Libri è raccontato attraverso le immagini, gli aneddoti e le condivisioni da parte di chi organizza appuntamenti, vi partecipa o anche semplicemente ha piacere di sostenere la campagna (@ilmaggiodeilibri su Facebook e Instagram, @maggiodeilibri su Twitter). Un Social Feed sull’homepage del sito ufficiale aggrega in tempo reale tutte le interazioni social, permettendo ai visitatori di essere sempre connessi.

PREMI E CONCORSI
Anche quest’anno sarà assegnato il Premio Maggio dei Libri, destinato alle iniziative più creative e innovative, selezionate per categoria: Associazioni, Biblioteche, Librerie, Scuole,
Carceri/Strutture sanitarie e per anziani. E torna anche il concorso destinato alle scuole italiane primarie e secondarie di primo grado sul tema “Trasportato dai palloncini, dove arriverà Duccio il bassotto? Disegna l’avventura del nostro amico a quattro zampe”. Gli istituti scolastici potranno partecipare con opere grafiche realizzate con tecniche tradizionali che dovranno essere inviate in formato jpg con risoluzione minima di 300dpi, entro e non oltre il 10 giugno 2019 all’indirizzo
mirna.molli@beniculturali.it. Le 12 migliori saranno inserite nel calendario 2020 del Centro per il libro e la lettura e i primi 3 classificati riceveranno un kit di libri ciascuno.

Scarica questo comunicato in formato .pdf

Ufficio stampa
Associazione Giri di parole
Elena Gazzin 334 1280662
Silvia Crupano 334 3416596
associazione@giridiparole.org

  • 1048