Come si leggono i libri?


28 febbraio. Questa mattina all’Auditorium del MAXXI (via Guido Reni 4a) di Roma si discute di Come si leggono i libri: gli studenti delle scuole aderenti alla rete dell’Atlante digitale del Novecento letterario (www.anovecento.net), in collaborazione con il Centro per il libro e la letturaEmons editore, l’Associazione degli Italianisti, l’Università La Sapienza di Roma e con la partnership di RaiLetteratura, si confrontano sull’importanza della lettura espressiva ad alta voce e dell’interpretazione dei testi. La scrittura è infatti una sorta di spartito infinito, che ha solo alcune note messe su carta mentre molto altro è implicito: quanto dell’autore è entrato nella storia, quanto di quest’ultima entra nel lettore, il modo in cui realtà e finzione sono state intrecciate.

Dopo una prima sessione di lavoro (ore 10-13) intitolata Il vocabolario della voce, nella quale attori, autori, esperti, docenti e lettori illustrano tecniche e trucchi del mestiere per imparare a dar voce a un testo, nel pomeriggio (ore 14-17.30) i ragazzi sono chiamati a mettersi all’opera con alcuni Laboratori di lettura espressiva, registrando un audiolibro con Emons Editore, a cura di Flavia Gentili.

  • 519