PRESS

IL MAGGIO DEI LIBRI PROSEGUE19/05/2015

Roma, 19 maggio 2015. Prosegue con vivacità Il Maggio dei Libri 2015, che ha battuto il record della precedente edizione: sono già 3.244, infatti, gli eventi organizzati, consultabili nella banca dati sul sito www.ilmaggiodeilibri.it. Un’onda di passione per i libri che non accenna a scemare, mentre la quinta edizione della campagna – promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, con il supporto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani – si avvicina alla volata finale.

LE PIAZZE DEL LIBRO
In alcune piazze italiane si respira un’atmosfera di attesa: sono infatti al lavoro in questi giorni per ultimare i preparativi… Dal 21 maggio al 2 giugno indosseranno abiti nuovi e saranno Piazze del Libro, offrendo tanti ricchi programmi di eventi in contemporanea – realizzati in collaborazione con l’Anci, Associazione Nazionale Comuni Italiani – in una missione comune: contagiare gli italiani da Nord a Sud con un’inguaribile voglia di leggere, di scoprire nuove storie, e tuffarsi in pagine e pagine.  Seguendo la storica Fiera dei Librai a Bergamo, ispiratrice dell’iniziativa, le città che hanno aderito sono: Bergamo, Catanzaro, Foggia, Lecce, Rivoli Torino, Sassari, Tricase, Trieste, Ventotene. Le occasioni di incontro e riflessione sono davvero variegate: a Catanzaro, per esempio, fra il 21 e il 31 maggio ci saranno letture animate e laboratori didattici per le scuole, incontri con autori come Mimmo Gangemi, Giuseppina Torregrossa, Lou Palanca, Margherita Oggero, John Peter Sloan, Paolo Mieli, Beppino Englaro. Oppure, a Rivoli Torino, la 10a Fiera del Libro – dal 21 maggio al 3 giugno – offrirà ai cittadini metri e metri di libri, inframmezzati da recite poetiche, animazioni per bambini, letture per ragazzi, incontri con scrittori, e la presentazione dei sei volumi finalisti del 63° Premio Bancarella. A Sassari dal 22 al 30 maggio sono attesi tra gli altri Andrea Vitali, Paola Soriga e Aldo Nove. O ancora: a Lecce dal 21 maggio al 2 giugno ci saranno lectio sulla lettura (tenute tra gli altri da Romano Montroni, Roberto Cotroneo, Piergiorgio Odifreddi), jukebox e flashmob letterari, reading, contaminazioni tra generi come gli electro poems … mentre a Tricase (Lecce), dal 23 maggio al 2 giugno si potranno gustare, insieme ai libri, prelibatezze enogastronomiche del territorio, ci si sfiderà in laboratori di lettura e seminari di scrittura e non mancheranno le opportunità di ascoltare la viva voce degli scrittori, come Fabio Genovesi, Mario Desiati, Alessandro Piperno, Barbara Di Gregorio, Marco Caneschi.

REGGIONARRA: LA CITTÀ DELLE STORIE. E LA MOSTRA “NOI”, PER LEGGERE ATTRAVERSO OGGETTI E VOLTI LA STORIA DI UN TERRITORIO
Il Maggio dei libri punta a trasmettere la passione per la lettura fin da giovanissimi, perché se si impara ad amare i libri fin da piccoli si resterà lettori per sempre. E proprio l’educazione alla lettura e alla fantasia, la formazione multidisciplinare e creativa, sono al centro della decima edizione di Reggionarra, a Reggio Emilia sabato 23 e domenica 24 maggio 2015. Un evento unico in campo nazionale e internazionale che nasce dall’inventiva dei più piccoli: sono stati infatti i bimbi dei nidi e delle scuole d’infanzia a regalare ai “grandi” – genitori, compagnie teatrali e narratori professionisti – gli spunti narrativi per le storie da mettere in scena. Fra danza, spettacoli di animazione, musica e un progetto di foodtelling dedicato ai temi dell’alimentazione al centro dell’Esposizione Universale. Questa edizione di Reggionarra, dal sottotitolo “seminare storie tra cielo e terra” è infatti uno degli appuntamenti in programma per WE A.RE \Reggio Emilia per Expo 2015, progetto che si propone di offrire un percorso di scoperta del territorio reggiano ai visitatori di Expo Milano 2015. In questo percorso si inserisce anche la mostra NOI. Storie di comunità, idee, prodotti e terre reggiane, a cura di Luca Molinari, allestita nel Palazzo dei Musei a Reggio Emilia e inaugurata lo scorso 16 maggio (resterà aperta per un anno, fino al maggio 2016).

LE AVVENTURE FRA LE RIGHE DEL MAGGIO DEI LIBRI
La fantasia regna sovrana nel mese di maggio: sono davvero tanti, originali e creativi gli eventi organizzati per incuriosire i futuri lettori, coinvolgere quelli più giovani e far riscoprire il mondo dei libri. A Molfetta (Bari), per esempio, dal 21 al 28 maggio c’è un vero e proprio party bibliofilo: Libri in festa. Leggere: energia per la mente è infatti un’allegra manifestazione per divertirsi con la lettura, attraverso tre iniziative – I libri parlanti, Il libro sospeso e Girano libri in città – che si intrecceranno e vedranno bambini e ragazzi andare alla conquista di giardini, piazze, negozi, condomini, luoghi pubblici. Sempre i giovanissimi sono protagonisti il 23 maggio a Monsummano Terme (Pistoia): Leggo io…bambini alla prova. Una lettura itinerante nei negozi della città è un titolo che dice tutto – “incursioni letterarie selvagge” da parte di piccoli lettori con la partecipazione e la complicità dei commercianti, il coinvolgimento dei clienti e di ignari cittadini. E poiché, come nello spirito del Maggio dei libri, nessun luogo è inadatto alla lettura, ecco – sempre sabato 23 – le Altalene di parole e voci nel parco delle storie, a Samassi (Medio Campidano): grandi e piccoli leggeranno a voce alta per i passanti, i compagni di scuola, i parenti, le autorità cittadine, in italiano, in lingua sarda e in inglese, per poi godersi la merenda e cimentarsi in un flash mob finale a sorpresa. Tinte ancor più misteriose sono quelle dell’iniziativa “Tramar delitti”. Ciclonarrando con l’autrice Roberta Di Odoardo: il 24 maggio a Cavallino-Treporti (Venezia), si andrà alla scoperta di luoghi suggestivi raccontando trame e delitti proprio lì dove sono ambientati, fra laguna e isole, barene, chiese e campanili. Il 23 e 24 maggio a Torrita di Siena e Montefollonico (Siena) sono giornate dedicate alla riflessione sulla Prima Guerra Mondiale: A Torrita di Siena si comincia il 23 maggio con una mostra fotografica ed esposizione di cimeli (alle 11 nella Biblioteca Comunale) e si prosegue alle 19 presso il Teatro degli Oscuri con lo spettacolo #Civediamoateatro. Il 24 maggio durante una cerimonia sarà deposta una corona d’alloro al monumento del Milite Ignoto, seguita dal concerto del gruppo Filarmonici “Guido Monaco – La Samba” e dall’esibizione del Coro dell’Accademia degli Oscuri, poi le letture di Poesie e Lettere dal fronte (il Narratore) e il convegno dedicato alla Grande Guerra, con interventi di storici ed esponenti delle autorità cittadine. A Montefollonico, analoghe occasioni commemorative il 23 maggio, con una Messa di suffragio per i Caduti e la deposizione di una corona di alloro in memoria presso il Monumento ai Caduti. E per i più piccoli appuntamento imperdibile con l'inaugurazione, il 31 maggio, del Peter Park (zona peep). L’indomani, il 25 maggio, ad Arezzo, i libri alzano la voce grazie a #BookSound. Giornata nazionale dei giovani lettori ad alta voce: un progetto di promozione della cultura e della lettura rivolto alle Scuole Secondarie di primo e secondo grado, organizzato e promosso da Marcos y Marcos, LaAV e Libreria Leggere. L’evento nel centro storico di Arezzo è la conclusione dell’iniziativa: partecipano le classi che hanno aderito al progetto da tutta Italia per una giornata di letture, proiezione dei video realizzati dai ragazzi e premiazione dei tre vincitori del contest #BookSound. A seguire, l’incontro con l’autore Cristiano Cavina. Spostandoci a Feltre (Belluno), è dedicata ai lettori e agli ascoltatori più tenaci la decima edizione de I narrabondi, la maratona di lettura quest’anno dedicata a Paolo Rumiz, giornalista e narratore triestino, che dà appuntamento per il 30 maggio dalla mattina alla sera, con 19 tappe sviluppate grazie alla collaborazione di 34 lettori, una dozzina di musicisti, gli Ensemble della Banda e alcune classi della Scuola di Musica Comunale Sandi. Le “fatiche” iniziano alle 8 e si susseguono sino alle 21.00, quando è previsto l'incontro con Paolo Rumiz all’Auditorium dell’Istituto Canossiano, una conversazione speciale accompagnata da letture dell’attore Sandro Buzzatti e da alcuni brani corali eseguiti dal gruppo Sintagma, tratti dall’ultimo cd registrato nel Teatro de la Sena di Feltre e facenti parte di repertori musicale delle due guerre mondiali. Ma le avventure non finiscono qui: quest’anno al Maggio dei libri si legge davvero ventiquattr’ore su ventiquattro, con una predilezione in diversi casi per il buio della notte… Come a Riva del Garda (Trento), dove il 23 maggio si passerà una Notte in Biblioteca: per i bambini più coraggiosi fra i 7 e i 10 anni, attrezzati di sacco a pelo, pigiama, pantofole e spazzolino, appuntamento fra gli scaffali per laboratori al lume di lanterna, giochi e letture. Altro luogo, stesso appuntamento: a Spoleto (Perugia), la Biblioteca Comunale si apre per Notte (e giorno) d’incanto, 24 ore di letture: storie, viaggi e sogni per il mondo, il 29 e 30 maggio. Terza edizione dell’iniziativa, prevede letture disseminate in vari angoli e stanze della biblioteca, ventiquattr’ore non stop, da parte di lettori professionisti e appassionati, assessori, consiglieri, persino il sindaco. Anche a Carini (Palermo) si attende il calar del sole per la Notte di letture al Castello La Grua Talamanca, il 29 maggio: dopo un anno passato ad esercitarsi nella lettura, gli studenti più bravi di una scuola media leggeranno brani dalle proprie opere letterarie preferite, davanti a un pubblico di genitori, docenti e cittadini nelle sale del Castello della Baronessa Laura Lanza. Per i più impavidi, il 30 maggio si andrà Nel bosco di notte, partendo dall’Agriturismo “Oro di Berta” a Castagnea (Biella). Ai bambini e alle famiglie sarà proposta una speciale passeggiata serale per ascoltare i magici rumori del bosco in assenza di luce, con soste per la lettura di favole della tradizione biellese. I bambini saranno accompagnati anche da animatori che li intratterranno con musiche e giochi. Al termine dell’avventura merenda per tutti con tisane e dolcetti della buona notte.


UN MAGGIO INTERNAZIONALE
Dopo essere approdato in Svizzera, a Lugano e Poschiavo, in Belgio a Liegi, in Romania a Bucarest e in Canada a Toronto, Il Maggio dei Libri raggiunge anche l’Argentina. Il 28 maggio infatti, a Olivos (Buenos Aires), il Centro Culturale Italiano insieme all’Istituto "Alessandro Manzoni" e alla Scuola primaria di Olivos si riempiranno di giovanissimi lettori: gli alunni delle classi quarte racconteranno ai bambini di seconda una fiaba in versi, la drammatizzeranno in un’atmosfera creata da loro (diapositive, musiche, luci...) e coinvolgeranno i più piccoli nel piacere della lettura attraverso conversazioni, produzioni artistiche e giochi.

IL PREMIO MAGGIO DEI LIBRI 2015
C’è ancora tempo per organizzare iniziative e concorre al premio “Il Maggio dei Libri 2015”, che come da tradizione si propone di valorizzare l’impegno di coloro che hanno aderito alla campagna e di incoraggiare la partecipazione alle prossime edizioni. Saranno premiati i cinque migliori progetti di promozione della lettura realizzati nell’ambito di ciascuna delle seguenti categorie: Biblioteche, Scuole, Associazioni culturali, Strutture sanitarie e di reinserimento (carceri, comunità terapeutiche, ecc.), Librerie. A ciascun vincitore delle prime quattro categorie sarà attribuito un premio in libri; alla libreria vincitrice sarà attribuito invece un premio di analoga entità mediante l’acquisto di libri da parte del Centro per il libro e la lettura.

IL SITO UFFICIALE E LA RETE DEI SOCIAL
Per scoprire le migliaia di iniziative, seguire tutti gli aggiornamenti della campagna e trovare contenuti esclusivi, l’appuntamento è sul sito ufficiale www.ilmaggiodeilibri.it, mentre la vita “social” di questa avventura è su Facebook (www.facebook.com/ilmaggiodeilibri) e Twitter (https://twitter.com/maggiodeilibri). Le adesioni sono ancora aperte e partecipare è semplice quanto fare click (su “Inserisci la tua iniziativa”). Al termine della campagna, ai migliori progetti (suddivisi nelle cinque categorie: biblioteche, scuole, associazioni culturali, strutture sanitarie e di reinserimento, librerie) sarà assegnato il premio Il Maggio dei Libri 2015.

I NUMERI DEL MAGGIO
3244 le iniziative finora inserite nella banca dati de Il Maggio dei Libri (gli eventi hanno coperto tutte le regioni italiane)
105.824 “like” sulla pagina Facebook della campagna
7.755 follower sul profilo Twitter (@maggiodeilibri)

È MAGGIO DEI LIBRI ANCHE AL SALONE INTERNAZIONALE DI TORINO11/05/2015

Roma, 11 maggio 2015. Il Salone Internazionale del Libro di Torino – promosso dalla Fondazione per il libro, la musica e la cultura e quest’anno per la prima volta sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura, nell’ambito della collaborazione fra i due enti – aderisce alla campagna Il Maggio dei libri per raccontare le Meraviglie d’Italia: tema del Salone ma anche simbolo dell’entusiasmo e della ricchezza propri del nostro Paese, testimoniati in questi giorni dalle oltre 2.700 iniziative organizzate in tutta la penisola per promuovere la lettura (consultabili s‎ul sito ufficiale del Maggio dei libri www.ilmaggiodeilibri.it), alle quali si aggiungono i 500 appuntamenti del Salone Off, il Salone del Libro diffuso, che coinvolge 250 luoghi in 10 Circoscrizioni di Torino e 13 Comuni della nuova Città Metropolitana. 

Il Centro per il libro e la lettura partecipa al Salone con uno stand (T51, Padiglione 3) dedicato alle Città del libro: grandi protagoniste di quelle Meraviglie d’Italia che saranno esplorate e raccontate durante il Salone e luoghi cardine per la diffusione della cultura. Le Città del libro sono infatti quei centri che da anni ospitano festival culturali, incontri letterari, rassegne che offrono alla cittadinanza occasioni variegate e sempre nuove di avvicinarsi alla lettura. Una vera e propria rete che può contare sul portale www.cittadellibro.it per coordinarsi, scambiarsi buone pratiche, far conoscere l’immensa offerta culturale di queste città. Con questo medesimo obiettivo, il Centro per il libro e la lettura ha realizzato per il Salone un video di presentazione delle Città del libro, visibile naturalmente presso lo stand e che affianca la libera consultazione su touch screen del portale.

Uno degli intenti del portale è di mettere in luce i punti di forza e gli snodi della capillare attività di promozione culturale svolta dalle Città del libro e le biblioteche, pubbliche, private, scolastiche, svolgono indubbiamente un ruolo cruciale, di prima linea. Non è un caso quindi che proprio alle scuole e alle biblioteche scolastiche sia dedicata la giornata inaugurale del Salone, giovedì 14 maggio, quando la petizione di Torino Rete Libri La buona lettura. Per leggere e fare ricerca nella scuola italiana come in Europa, sarà consegnata alla Sottosegretaria del Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo Francesca Barracciu (ore 13, Arena del Bookstock Village), con la partecipazione di Romano Montroni, Presidente del Centro per il libro e la lettura, e sabato 16 maggio (ore 9.30, redazione del Bookblog) al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini. Indirizzata al presidente del Consiglio‎ e ai ministri dell'Istruzione e della Cultura, la petizione chiede al Governo di mettere al centro delle proposte di riforma della scuola la lettura nelle classi e il rilancio delle biblioteche scolastiche anche attraverso la revisione della figura del bibliotecario scolastico. Lanciata sul web attraverso la piattaforma change.org, La buona lettura ha già ottenuto più di 4.600 adesioni, fra cui quelle di Salone Internazionale del Libro, Associazione Forum del Libro, Aib - Associazione italiana biblioteche, Ali - Associazione Librai Italiani, Iasl Europe (International Association of School Librarianship), molti editori, intellettuali, scrittori e altre importanti realtà. Il testo del documento sarà consegnato ai Ministri da una delegazione di studenti provenienti da tutta Italia, a conclusione del giro inaugurale con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

 

Le biblioteche sono protagoniste al Salone anche domenica 17 maggio, con la premiazione della settima edizione del concorso A corto di libri. I cortometraggi raccontano le biblioteche, promosso dall’Associazione Italiana Biblioteche insieme al Progetto In Vitro e al Centro per il libro e la lettura, che ha collaborato nella convinzione che le biblioteche siano, insieme alle scuole, i principali vettori di educazione alla lettura. Il concorso rappresenta una felice eccezione nel panorama italiano: è l’unico riservato a cortometraggi dedicati alle biblioteche e più in generale alla promozione della lettura, e nel corso degli anni ha visto la partecipazione di 92 cortometraggi da tutta Italia. L’invito di questa edizione, ha stimolato la creatività dei partecipanti portandoli a riscoprire ed esplorare le loro biblioteche preferite: Costruisci la tua biblioteca! Scegli quale/i aspetto/i vuoi raccontare… sociale, culturale, architettonico…. E racconta come promuovere la lettura

La promozione della lettura può assumere le forme più diverse e contare sul contributo di tutti: per questo il Centro per il libro e la lettura partecipa anche al programma del Salone riservato agli operatori del settore – da editori a traduttori, illustratori, agenti letterari, grafici, scrittori, bibliotecari, librai – che ogni anno prevede appuntamenti di formazione e dibattitti sullo stato del mercato editoriale italiano. In quest’ambito si svolge sabato 16 maggio (dalle ore 10.15, Sala Professionali, Padiglione 1) la 71a Assemblea Nazionale dei Librai Italiani, dedicata a La formazione dei librai come strumento per affrontare il cambiamento e durante la quale terrà una lezione Romano Montroni, libraio di pluridecennale esperienza prima di essere nominato presidente del Centro per il libro e la lettura.

 

IL MAGGIO DEI LIBRI 2015 ENTRA NEL VIVO: OLTRE 2.400 INIZIATIVE. E NASCE LIBRIAMOCIASCUOLA.IT06/05/2015

Roma, 6 maggio 2015. Per gli amanti dei libri e gli aspiranti lettori l’atmosfera si fa sempre più calda… E non solo per la primavera inoltrata: è Il Maggio dei Libri che sta entrando nel vivo con più di 2.400 iniziative già inserite nella banca dati. La quinta edizione della campagna – promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, con il supporto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani – sta registrando numerose ed entusiastiche adesioni da parte di scuole, piccole librerie, caffè, battelli, crociere, negozi, circoli di lettura. In tutta Italia è un brulicare di attività per organizzare occasioni di incontro intorno a un buon libro, nei luoghi più diversi, per tutte le età e i “palati letterari”. La campagna sboccia anche in numerose piazze d’Italia che dal 21 maggio al 2 giugno diventano le Piazze del libro, con un ricco programma organizzato in collaborazione con l’Anci, Associazione Nazionale Comuni Italiani

 

IL MAGGIO DEI LIBRI TI PORTA A…

La porta del Maggio dei Libri è un varco speciale verso una miriade di temi, personaggi, autori mondi: le occasioni per scoprirli sono già più di duemila, scandite dai claim di questa edizione – Leggere. Energia per la mente, Se lo assaggi non smetti più, Leggere ti porta dove vuoi e Leggere è un mondo meraviglioso. Come ogni anno, l’offerta è variegatissima: ci sono per esempio i Librindanza 2015, quarta edizione della manifestazione promossa dall’Accademia Nazionale di Danza a Roma, che dal 6 al 27 maggio organizza incontri ed eventi e invita tutti i partecipanti a donare un libro, un video, una fotografia, per arricchire la Biblioteca dell’Accademia e far crescere il patrimonio artistico-letterario di ciascuno. O Le vetrine raccontano: un concorso a Castellone (Cremona) che dal 1 al 31 maggio sfida negozi di vario tipo ad allestire le proprie vetrine con elementi che rimandino al libro e all’esperienza della lettura. Dalla creatività ai dialetti, il Maggio dei libri porta i lettori in ogni angolo d’Italia, alla scoperta di tradizioni narrative e linguistiche: è il caso delle Maratone di leture di libris in lenghe furlane: nell’ambito della Settimana della Cultura Friulana dal 7 al 17 maggio, una serie di maratone di lettura di libri in lingua friulana per bambini dai 3 ai 6 anni. Una porta, anzi un portone, è quello che si spalanca l’8 maggio con l’inaugurazione del Circolo dei lettori a Novara: All you need is book!, titolo della festa al Broletto, che prosegue fino al 10 maggio, rende bene l’idea di ciò che il pubblico potrà gustare, a cominciare dall’incontro con Federico Rampini che presenta il suo All you need is love. L’economia spiegata con le canzoni dei Beatles (Mondadori). E come nelle precedenti edizioni, anche quest’anno Il Maggio dei libri porta la passione per la lettura oltreconfine: Leggere è un gusto / Le goût de lire, a Liegi (Belgio) il 9 maggio, è una speciale cena letteraria dedicata a Peppino Impastato, nel 37° anniversario della morte, con la presentazione del film I Cento Passi e la mise en espace di una selezione di testi della radiotrasmissione "Onda Pazza" (Radio Aut). 

 

I LIBRI: UNA CHIAVE DI LETTURA PER DECIFRARE IL PRESENTE E NOI STESSI  

Fra gli obiettivi del Maggio dei libri c’è sempre stato quello di trasmettere la crucialità della lettura come strumento e non solo attività, indispensabile per tenere il passo di un mondo che cambia velocemente e si arricchisce di nuove sfide, nuove identità. In questo turbinio, non mancano i Momenti di trascurabile (in)felicità, come recita il titolo dell’ultimo libro di Francesco Piccolo – un invito ironico a cogliere il significato profondo di ogni evento del quale siamo protagonisti – e del reading che lo scrittore terrà il 9 maggio a Sesto Fiorentino (Firenze), in occasione della Festa dell’Unione Europea. Sempre nell’ottica della passione letteraria, che segna il vissuto di molti di noi, dal 28 aprile al 20 maggio la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma partecipa al Maggio dei libri con le Passioni del Novecento: un ciclo di incontri, curato da Giuliana Zagra, che vede grandi scrittori o critici incontrare autori più giovani per raccontare il proprio percorso nella letteratura del secolo scorso, a partire dal titolo di un libro scritto da loro stessi. I prossimi appuntamenti sono il 14 maggio per Quartetto per masse e voce sola di Bianca Maria Frabotta, con Giovanna Amato e il 20 maggio per la conclusione con Passioni del Novecento di Giulio Ferroni, con Alessandro Giammei. E poiché la passione per la lettura sboccia fin da piccoli, La festa delle storie il 10 maggio al Circolo dei lettori a Torino è un appuntamento imperdibile: i bambini potranno viaggiare nel mondo fantastico di Hänsel e Gretel fra saloni misteriosi e una ghiotta merenda.

 

A MAGGIO VIAGGIO NELLE BIBLIOTECHE

Sono moltissime le biblioteche in tutta Italia che in occasione del Maggio dei libri organizzano eventi originali e restano aperte in orari inconsueti, oppure mettono in mostra il proprio patrimonio librario e invitano i più piccoli ad esplorarlo. Così, per esempio, alla Biblioteca Civica G. Mazzini di Arenzano (Genova), con apertura straordinaria nei giorni 9, 16, 23 e 30 maggio, si svolgeranno letture a voce alta per lettori in erba dai 3 agli 8 anni; mentre il 10 maggio la Biblioteca Diocesana Mons. G.F. Sormani a Pennabili (Rimini), aperta in via eccezionale per la Festa Verde, organizza una speciale mostra di libri antichi a tema floreale. A Roma invece, il 14 e 15 maggio, tocca a una biblioteca scolastica aprile le porte per mostrare le ricchezze custodite: con Il design grafico editoriale nei libri della Biblioteca Righi, l’omonimo liceo della Capitale per il quarto anno consecutivo allestito appositamente per il Maggio dei libri una mostra pensata per condurre gli spettatori nel magico mondo dei libri.

 

IL MAGGIO DEI LIBRI E LA GRANDE STORIA: RACCONTI DALLA PRIMA GUERRA MONDIALE E TESTIMONIANZE SUL DRAMMA DEGLI ARMENI

Dalle storie alla Storia, i libri sono la più efficace forma di testimonianza: resistono al tempo, alle violenze, alla distrazione di un’attualità sempre più veloce. E ogni volta che raccontano ciò che è stato, è come riviverlo: con questo spirito sono partiti, lo scorso 23 aprile, i Libri nel Giro. Pedalate in corsa e in battaglia, che proseguiranno fino al 29 maggio: un Giro d’Italia della Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza, che da Roma a Genova mette “in moto” 21 storie per ragazzi nelle biblioteche, 21 corridori-postini portano con sé i nomi e la vita di 210 ciclisti bersaglieri caduti nella Prima Guerra Mondiale, e tanti laboratori per i giovanissimi con grandi protagonisti dello sport e del giornalismo. E ancora: la mostra La Bicicletta e la Grande Guerra. Pedalate in corsa e in battaglia, a cura di Fernanda Pessolano con testi di Marco Pastonesi e Attilio Scarpellini (a Genova dal 5 al 29 maggio), collegamenti tv su RaiSport con il Processo alla tappa condotto da Alessandra De Stefano, il diario web quotidiano di Marco Pastonesi sulla Gazzetta.it, news su Repubblica.it e i video di Repubblica Tv. Di un’altra Storia, a lungo misconosciuta o ignorata, parlano due incontri organizzati in luoghi diversi del nostro Paese: il dramma degli Armeni. Hanno scelto di raccontarlo la Libreria Diari di Bordo a Parma con la mostra fotografica di Giulio Nori Ho dormito sotto l’Ararat, fino al 30 maggio, e un appuntamento il 18 maggio nell’ambito del ciclo di incontri Libereghion – Il Maggio dei libri a Reggio Calabria. A Reggio Calabria, presso la “Villetta de Nava”, si parlerà invece dell’Armenia e del suo martirio, insieme al professore Pasquale Amato e attraverso l’esposizione di testi sull'Armenia inclusi nel fondo Umberto Zanotti Bianco. 

 

Queste sono solo alcune delle tante iniziative a cui il pubblico potrà partecipare: ce ne saranno di ogni tipo, grazie alla fantasia degli organizzatori e alle location più varie. Supermercati, treni, ristoranti, negozi, scuole, circoli, associazioni culturali, parchi. Una capillarità resa possibile anche grazie agli accordi di partnership e collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Poligrafico dello Stato, la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e i negozi di Martino Midali, nei quali sono presenti tanti materiali informativi sul Maggio dei Libri e che sono all’opera per organizzare un grande evento di reading in uno degli store a Roma. E hanno risposto all’appello con entusiasmo anche UniCoop Tirreno, Librerie Coop, Eataly, Librerie Feltrinelli, Messaggerie, Mammeonline per le attività riservate ai più piccoli, e tanti altri. La “missione” è coinvolgere chi ancora non ha scoperto il piacere della lettura insieme a chi ne è già goloso, chiamare attivamente in causa scuole e giovani e animare quei contesti geografici dove più è sentito il bisogno di investimento culturale, come il Sud d’Italia.

 

LIBRIAMOCI A SCUOLA: PROMUOVERE LA LETTURA ON-THE-GO

Per andare incontro alla curiosità dei ragazzi investendo sul ruolo formativo delle scuole, alleate indispensabili, in continuità con la campagna Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole promossa lo scorso ottobre, le scuole sono invitate a organizzare progetti di lettura e iniziative originali che faranno da trampolino di lancio per la seconda edizione di Libriamoci, dal 26 al 31 ottobre 2015. E da oggi Il Maggio dei libri ha un alleato in più nella diffusione della passione per la lettura: è online Libriamoci a scuola (www.libriamociascuola.it), il primo portale dedicato alla promozione della lettura, realizzato dal Centro per il libro e la lettura insieme ad Hamelin Associazione Culturale: una piattaforma digitale che mette in contatto diretto tutti coloro che lavorano per diffondere la lettura. Un’interazione utile per condividere buone pratiche, raccontare le esperienze di lavoro, dare suggerimenti, cercare collaborazioni e coordinare la realizzazione dei progetti. Nell’epoca dei social network e della comunicazione in tempo reale, Libriamoci a scuola sarà il blog per la promozione della lettura: uno spazio informativo ma anche e soprattutto il primo e più importante luogo comune per favorire l’incontro e il dibattito fra docenti, bibliotecari, librai, editori, associazioni, scrittori, attori, illustratori. Nel nostro Paese sono moltissime e variegate le iniziative rivolte ai lettori e alle lettrici di domani ma spesso se ne conoscono poche e tale contesto frammentario ne riduce l’efficacia: attraverso il portale Libriamoci a scuola le scuole di ogni ordine e grado, così come tutti i professionisti della promozione della lettura, potranno finalmente segnalare, comunicare e diffondere progetti, eventi, festival, mostre, laboratori, workshop, strumenti, recensioni, percorsi bibliografici, corsi di formazione.

 

I giovani lettori sono chiamati all’azione anche dal Premio Scriviamoci, un’altra importante novità di questa edizione del Maggio dei Libri e rivolto alle scuole superiori di tutta Italia. All’invito Passami i tuoi pensieri e le tue emozioni in 30 righe ogni studente potrà rispondere nella forma che preferirà. Tre gli elaborati che ciascuna scuola potrà inviare, entro l’8 maggio 2015: la premiazione è prevista entro giugno presso il MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. 

 

Il compito di coordinare come una mappa del tesoro le migliaia di iniziative attese spetta al sito ufficiale della campagna www.ilmaggiodeilibri.it: sempre online e già popolato da numerosi eventi, offre ai visitatori una lista degli appuntamenti regione per regione aggiornata in tempo reale. Le adesioni sono aperte e partecipare è semplice quanto fare click (su “Inserisci la tua iniziativa”). Al termine della campagna, ai migliori progetti (suddivisi nelle cinque categorie: biblioteche, scuole, associazioni culturali, strutture sanitarie e di reinserimento, librerie) sarà assegnato il premio Il Maggio dei Libri 2015

 

Tutte le informazioni su come aderire alla campagna sono disponibili su www.ilmaggiodeilibri.it e per contatti, condivisione di esperienze e interazioni social l’appuntamento con il Maggio dei Libri è come sempre su Facebook (www.facebook.com/ilmaggiodeilibri) e su Twitter (https://twitter.com/maggiodeilibri). 

 

Ufficio stampa

Ex Libris Comunicazione

Tel. 02 45475230, 334 6533015

ufficiostampa@exlibris.it

 

www.ilmaggiodeilibri.it

www.facebook.com/ilmaggiodeilibri

https://twitter.com/maggiodeilibri

Partito Il Maggio dei Libri: domani tante iniziative per il settantesimo della Liberazione24/04/2015

Roma, 24 aprile 2015. Ci siamo: Il Maggio dei Libri è partito con slancio ieri, 23 aprile - Giornata mondiale UNESCO del libro e giornata clou di #ioleggoperché, l’iniziativa promossa dall’Associazione Italiana Editori - e proseguirà con numerose iniziative in tutta Italia fino al 31 maggio. La quinta edizione della campagna - promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, con il supporto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani - si è aperta idealmente il 21 aprile presso il Palazzo del Quirinale, quando una delegazione del Centro per il libro e la lettura guidata da Romano Montroni insieme ai Ministri Dario Franceschini e Stefania Giannini, è stata ricevuta dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Un incontro scandito dagli interventi dei Ministri, a raccontare le iniziative e gli impegni presi da entrambi nella promozione della lettura come strumento formativo di cittadinanza attiva, a cominciare proprio dal Maggio dei libri, e dalle brevi testimonianze di alcuni degli studenti invitati con la delegazione del Centro per il libro, che in rappresentanza dei propri licei e delle migliaia di ragazzi e ragazze hanno trasmesso l’entusiasmo con cui lo scorso ottobre centinaia di scuole in tutta Italia hanno partecipato alle giornate di lettura di Libriamoci. La curiosità attenta e la vivacità di questi giovani sono state ricompensate dal discorso di chiusura del Presidente Sergio Mattarella, ispirato all’amore più profondo per la cultura e per la lettura. Nel ringraziare i suoi Ministri per le energie profuse nella diffusione della cultura e lodando il valore di campagne come Libriamoci, Il Maggio dei Libri e #ioleggoperché, il Presidente ha ribadito che “Leggere è una ricchezza per la persona e per la comunità. Più libri vuol dire più libertà. Più lettori vuol dire più conoscenza, più spirito critico, più autonomia di giudizio, elementi essenziali di una convivenza”. Il Presidente ha poi voluto rivolgersi proprio ai più giovani presenti in sala, sottolineando come occorra fare un uso intelligente e accorto delle straordinarie potenzialità dell’iper-connessione e del tempo reale, altrimenti forieri di superficialità e di equivoci. Anche in questo caso, è la lettura a fornire gli strumenti necessari per capire il mondo, distinguere le notizie e le informazioni di qualità, comprendere se stessi e gli altri: “Le riflessioni e le passioni che la lettura suscita costituiscono un ponte verso il futuro”, ha continuato il Presidente, “Il valore della cultura va sottolineato e sostenuto come parte essenziale della ricchezza, anche economica, di un Paese. È quello che si ama definire capitale sociale: la trasmissione, cioè, della cultura di un popolo attraverso le generazioni, base di ogni avanzamento sociale e del processo di innovazione”.

(Il testo integrale del discorso del Presidente della Repubblica è disponibile sul sito del Quirinale).

La porta del Maggio dei Libri è dischiusa sui tantissimi eventi che vedono protagonisti i libri e la lettura: a scandirli, uno per uno, i claim di questa edizione, che come motti racchiudono lo spirito di tutte le iniziative, Leggere. Energia per la mente, Se lo assaggi non smetti più, Leggere ti porta dove vuoi e Leggere è un mondo meraviglioso. Proprio in risposta all’entusiasmo rappresentato da questi slogan, nel colorato mosaico di eventi inseriti finora nel database del Maggio dei libri ci sono iniziative per tutti i gusti: alla Storia sono dedicate molte di quelle in programma domani, sabato 25 aprile, per celebrare il settantesimo anniversario della Liberazione. Tante le iniziative al Polo del ‘900 di Torino, istituito dalla Compagnia di San Paolo insieme alla Città di Torino e alla Regione Piemonte: dalle 15 alle 20 è possibile visitare l’ANCR-Archivio Cinematografico della Resistenza, il Centro Studi Primo Levi, l’Istoreto-Istituto per la Storia della Resistenza e il contiguo Palazzo San Daniele. Alle 10 è prevista l’esibizione dell’orchestra dixieland Il Jazz della Liberazione, che darà vita a una performance itinerante a bordo di mezzi militari d’epoca nei luoghi simbolo della memoria cittadina. Alle 16 sarà proiettata l’opera vincitrice della sezione di concorso “Memoria Storica del XIX” al Valsusa Filmfest (presso la Sala conferenze del Museo Diffuso della Resistenza) e alle 17.30 presso il porticato dello stesso Museo si esibirà il gruppo Babemalà. A seguire, il pubblico potrà assistere a una serie di proiezioni al Cinema Massimo e a uno spettacolo teatrale presso l’associazione Piazza dei Mestieri. Sempre a Torino alle 18, al Circolo dei lettori, le vicende di uomini illustri come i Ginzburg si accompagnano a quelle delle persone comuni e la Storia incontra le storie di tutti nell’incontro con Antonio Scurati (Il tempo migliore della nostra vita, Bompiani). Tante anche le iniziative dedicate ai più giovani: al Museo del Territorio Biellese di Biella fino al 13 maggio è possibile visitare la mostra Nome di battaglia: provvisorio (a cura di Giannino Stoppani Edizioni), un percorso di pensieri, racconti e figure sulla Resistenza. All’Associazione Passaggi di Trebisacce (Cosenza) domani alle 18.30 i ragazzi potranno invece ascoltare la testimonianza di Giorgina Milani, che ha vissuto la Resistenza da bambina in una famiglia di partigiani dell’Emilia Romagna.

Queste sono solo alcune delle tante iniziative a cui il pubblico potrà partecipare: ce ne saranno di ogni tipo, grazie alla fantasia degli organizzatori e alle location più varie. Supermercati, treni, ristoranti, negozi, scuole, circoli, associazioni culturali, parchi. Una capillarità resa possibile anche grazie agli accordi di partnership e collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Poligrafico dello Stato, la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, UniCoop Tirreno, Librerie Coop, Eataly, Librerie Feltrinelli, Messaggerie, Martino Midali e altri. L’obiettivo? Coinvolgere chi ancora non ha scoperto il piacere della lettura insieme a chi ne è già goloso, chiamare attivamente in causa scuole e giovani e animare quei contesti geografici dove più è sentito il bisogno di investimento culturale, come il Sud d’Italia.

Fra le novità di quest’anno, la serie di eventi nelle Piazze del libro: la campagna sboccia infatti in numerose piazze d’Italia dal 21 maggio al 2 giugno con un ricco programma, organizzato in collaborazione con l’Anci, Associazione Nazionale Comuni Italiani. Sul modello della storica Fiera dei Librai a Bergamo, a fine maggio via alle iniziative da Trieste a Catanzaro, da Matera – prossima Capitale Europea della Cultura nel 2019 – a Treviso, passando anche per Lecce, Sassari, Lugo, Ventotene, Tricase, Rivoli, Novara, Foggia.
 
Per andare incontro alla curiosità dei ragazzi investendo sul ruolo formativo delle scuole, alleate indispensabili, in continuità con la campagna Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole promossa lo scorso ottobre, le scuole sono invitate a organizzare progetti di lettura e iniziative originali che faranno da trampolino di lancio per la seconda edizione di Libriamoci, dal 26 al 31 ottobre 2015. Ma non finisce qui: i giovani lettori saranno chiamati all’azione anche dal Premio Scriviamoci, un’altra importante novità di questa edizione e rivolto alle scuole superiori di tutta Italia. All’invito “Passami i tuoi pensieri e le tue emozioni in 30 righe” ogni studente potrà rispondere nella forma che preferirà. Tre gli elaborati che ciascuna scuola potrà inviare, entro l’8 maggio 2015: la premiazione è prevista entro giugno presso il MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Il compito di coordinare come una mappa del tesoro le migliaia di iniziative attese spetta al sito ufficiale della campagna www.ilmaggiodeilibri.it: sempre online e già popolato da numerosi eventi, offre ai visitatori una lista degli appuntamenti regione per regione aggiornata in tempo reale. Le adesioni sono aperte e partecipare è semplice quanto fare click (su “Inserisci la tua iniziativa”). Al termine della campagna, ai migliori progetti (suddivisi nelle cinque categorie: biblioteche, scuole, associazioni culturali, strutture sanitarie e di reinserimento, librerie) sarà assegnato il premio Il Maggio dei Libri 2015.

Tutte le informazioni su come aderire alla campagna sono disponibili su www.ilmaggiodeilibri.it e per contatti, condivisione di esperienze e interazioni social l’appuntamento con il Maggio dei Libri è come sempre su Facebook (www.facebook.com/ilmaggiodeilibri) e su Twitter (https://twitter.com/maggiodeilibri).

IL MAGGIO DEI LIBRI PARTE DAL QUIRINALE20/04/2015

Roma, 20 aprile 2015. La quinta edizione del Maggio dei Libri (23 aprile-31 maggio 2015) si apre idealmente domani, 21 aprile: alle 11 presso il Palazzo del Quirinale, una delegazione del Centro per il libro e la lettura guidata da Romano Montroni insieme ai Ministri Dario Franceschini e Stefania Giannini, sarà ricevuta dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

L’incontro si tiene in occasione dell’inizio della campagna nazionale di promozione della lettura, promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, con il supporto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Nata nel 2011 con l’obiettivo di ribadire il valore sociale della lettura quale elemento chiave della crescita personale, culturale e civile, la campagna inizia il 23 aprile, Giornata mondiale UNESCO del libro e del diritto d’autore e giornata clou di #ioleggoperché, l'iniziativa promossa dall’Associazione Italiana Editori), per concludersi il 31 maggio.  Quattro i claim che racchiudono il senso dell’iniziativa e l’infinito potenziale dei libri: Leggere. Energia per la mente, Se lo assaggi non smetti più, Leggere ti porta dove vuoi e Leggere è un mondo meraviglioso.

La campagna coinvolgerà tutte le regioni d’Italia in numerosi eventi volti a trasmettere la passione e il valore formativo della lettura. Grazie alla risposta di appassionati, organizzatori, sponsor e partner, il Centro per il libro e la lettura è riuscito a creare una rete di promozione culturale sul campo che anno dopo anno riconferma la propria efficacia. Al cuore del lavoro è la convinzione che leggere sia indispensabile per la crescita individuale di ciascuno, per la definizione del carattere e la comprensione della propria identità, e che sia uno strumento insostituibile per la formazione dei cittadini di domani: consapevoli, istruiti, capaci di comprendere il mondo che li circonda e di cambiarlo.

Fra le novità di quest’anno, la serie di eventi nelle Piazze del libro: la campagna sboccia infatti in numerose piazze d’Italia dal 21 maggio al 2 giugno con un ricco programma, organizzato in collaborazione con l’Anci, Associazione Nazionale Comuni Italiani. Sul modello della storica Fiera dei Librai a Bergamo, a fine maggio via alle iniziative da Trieste a Catanzaro, da Matera – prossima Capitale Europea della Cultura nel 2019 – a Treviso, passando anche per Lecce, Sassari, Lugo, Ventotene, Tricase, Rivoli, Novara, Foggia.

Per andare incontro alla curiosità dei ragazzi investendo sul ruolo formativo delle scuole, alleate indispensabili, in continuità con la campagna Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole promossa lo scorso ottobre, le scuole sono invitate a organizzare progetti di lettura e iniziative originali che faranno da trampolino di lancio per la seconda edizione di Libriamoci, dal 26 al 31 ottobre 2015. Ma non finisce qui: i giovani lettori saranno chiamati all’azione anchedal Premio Scriviamoci, un’altra importante novità di questa edizione e rivolto alle scuole superiori di tutta Italia. All’invito “Passami i tuoi pensieri e le tue emozioni in 30 righe” ogni studente potrà rispondere nella forma che preferirà. Tre gli elaborati che ciascuna scuola potrà inviare, entro l’8 maggio 2015: la premiazione è prevista entro giugno presso il MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Attraverso declinazioni sempre nuove della passione per la lettura e con iniziative sempre originali per coinvolgere nel mondo dei libri, l’edizione 2015 del Maggio dei libri ribadisce la propria ispirazione originaria, alla base dei suoi successi anno dopo anno: rapire i libri dai loro contesti tradizionali e trasportarli in scenari originali, inusuali. Ecco allora reading, dibattiti e altre fantasiose iniziative conquistare i supermercati, gli uffici postali, i treni, i ristoranti, i negozi, insieme naturalmente a scuole, circoli, associazioni culturali, parchi.Il tutto grazie ad accordi di partnership e collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, il Poligrafico dello Stato, la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, UniCoop Tirreno, Librerie Coop, Eataly, Librerie Feltrinelli, Messaggerie, Martino Midali e altri, nell’intento di coinvolgere anzitutto coloro che ancora non hanno assaggiato il gusto della lettura, rivolgendo particolare attenzione ai settori notoriamente determinanti per la ripresa economica, sociale e generazionale del paese, ovvero la scuola e i giovani, e ai contesti geografici dove più è sentito il bisogno di investimento culturale come il Sud d’Italia.

Il compito di coordinare come una mappa del tesoro le migliaia di iniziative attese spetta al sito ufficiale della campagna www.ilmaggiodeilibri.it: sempre online e già popolato da numerosi eventi, offre ai visitatori una lista degli appuntamenti regione per regione aggiornata in tempo reale. Le adesioni sono aperte e partecipare è semplice quanto fare click (su “Inserisci la tua iniziativa”). Al termine della campagna, ai migliori progetti (suddivisi nelle cinque categorie: biblioteche, scuole, associazioni culturali, strutture sanitarie e di reinserimento, librerie) sarà assegnato il premio Il Maggio dei Libri 2015.

Tutte le informazioni su come aderire alla campagna sono disponibili su www.ilmaggiodeilibri.ite per contatti, condivisione di esperienze e interazioni social l’appuntamento con il Maggio dei Libri è come sempre su Facebook (www.facebook.com/ilmaggiodeilibri) e su Twitter(https://twitter.com/maggiodeilibri).

 

 

 

Countdown: -10 giorni al Maggio dei Libri (23 aprile-31 maggio 2015)13/04/2015

Roma, 13 aprile 2015. Meno 10 al 23. È partito il countdown di avvicinamento alla quinta edizione del Maggio dei Libri, la campagna nazionale promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO. La campagna si avvale inoltre del supporto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Nata nel 2011 con l’obiettivo di ribadire il valore sociale della lettura quale elemento chiave della crescita personale, culturale e civile, la campagna inizia il 23 aprile, Giornata mondiale UNESCO del libro e del diritto d’autore, e si conclude il 31 maggio. Quest’anno la primavera dei libri è inaugurata da un’altra grande campagna di diffusione della lettura: #ioleggoperché, promossa dall’Associazione Italiana Editori, che proprio il 23 aprile vedrà migliaia di Messaggeri all’opera in tutta Italia armati dei propri kit di 240.000 libri della collana speciale #ioleggoperché, che regaleranno a tanti potenziali lettori.

Fra le novità di quest’anno, la più “esplosiva” è la serie di eventi nelle Piazze del libro. Nell’intento di catturare l’entusiasmo dei più giovani come del grande pubblico, la campagna sboccia infatti in numerose piazze d’Italia dal 21 maggio al 2 giugno con un ricco programma di iniziative in contemporanea, organizzate in collaborazione con l’Anci, Associazione Nazionale Comuni Italiani. Sul modello della storica Fiera dei Librai a Bergamo, che aprirà il prossimo 17 aprile, a fine maggio via alle iniziative da Trieste a Catanzaro, da Matera – prossima Capitale Europea della Cultura nel 2019 – a Treviso, passando anche per Lecce, Sassari, Lugo, Ventotene, Tricase, Rivoli, Novara, Foggia. Co-protagoniste insieme a queste piazze saranno naturalmente le librerie: grazie alle loro “armi”, i libri, la conquista di queste moderne agorà prenderà le forme più varie. I lettori e aspiranti tali potranno ad esempio curiosare nelle esposizioni di libri all’aperto (Ventotene) o nei mercatini allestiti nei locali storici della torre di Tricase e per chi abita o si troverà a passare per Lecce e Sassari le piazze si animeranno fin dal 23 aprile. E l’organizzazione è solo agli inizi: non mancheranno letture a voce alta, iniziative per i più piccoli come pure aperitivi letterari e presentazioni.

Per andare incontro alla curiosità dei ragazzi investendo sul ruolo formativo delle scuole, alleate indispensabili, in continuità con la campagna "Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole" promossa lo scorso ottobre, le scuole sono invitate a organizzare progetti di lettura e iniziative originali che faranno da trampolino di lancio per la seconda edizione di “Libriamoci”, dal 26 al 31 ottobre 2015. Ma non finisce qui: i giovani lettori saranno chiamati all’azione anche dal Premio “Scriviamoci”, un’altra importante novità di questa edizione e rivolto alle scuole superiori di tutta Italia. All’invito “Passami i tuoi pensieri e le tue emozioni in 30 righe” ogni studente potrà rispondere nella forma che preferirà: una lettera, una pagina di diario, una poesia, un breve racconto. Tre gli elaborati che ciascuna scuola potrà inviare, entro l’8 maggio 2015: la premiazione è prevista entro giugno presso il MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Il primo premio consisterà in un corso di tre giorni presso la Scuola Holden di Torino, il secondo offrirà le spese di viaggio e la partecipazione per due persone al Festivaletteratura di Mantova mentre il terzo coprirà le spese di viaggio e la partecipazione per due persone all’Expo 2015 di Milano. Il modulo di partecipazione è scaricabile dal sito www.ilmaggiodeilibri.it e dovrà essere inviato insieme ai testi all’indirizzo scriviamoci@ilmaggiodeilibri.it.

I claim scelti per questa edizione, che raccontano lo spirito della campagna e la accompagneranno in giro per l’Italia sono: Leggere. Energia per la mente, Se lo assaggi non smetti più, Leggere ti porta dove vuoi eLeggere è un mondo meraviglioso. Quattro messaggi – testuali, grafici, ideali – che racchiudono il senso dell’iniziativa e l’infinito potenziale dei libri: nutrono la mente, creano la più benefica delle “dipendenze”, aprono a viaggi senza confini e sono strumenti fondamentali per capire se stessi, crescere, agire, fare la differenza.

Attraverso declinazioni sempre nuove della passione per la lettura e con iniziative sempre originali per coinvolgere nel mondo dei libri, l’edizione 2015 ribadisce la propria ispirazione originaria, alla base dei suoi successi anno dopo anno: rapire i libri dai loro contesti tradizionali e trasportarli in scenari originali, inusuali. Ecco allora reading, dibattiti e altre fantasiose iniziative conquistare i supermercati, gli uffici postali, i treni, i ristoranti, i negozi, insieme naturalmente a scuole, circoli, associazioni culturali, parchi. Il tutto grazie ad accordi di partnership e collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, il Poligrafico dello Stato, la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, UniCoop Tirreno, Librerie Coop, Eataly, Librerie Feltrinelli, Messaggerie, Martino Midali e altri in corso di definizione, nell’intento di coinvolgere anzitutto coloro che ancora non hanno assaggiato il gusto della lettura, rivolgendo particolare attenzione ai settori notoriamente determinanti per la ripresa economica, sociale e generazionale del paese, ovvero la scuola e i giovani, e ai contesti geografici dove più è sentito il bisogno di investimento culturale come il Sud d’Italia.

Il compito di coordinare come una mappa del tesoro le migliaia di iniziative attese spetta al sito ufficiale della campagna www.ilmaggiodeilibri.it: sempre online e già popolato da numerosi eventi, offre ai visitatori una lista degli appuntamenti regione per regione aggiornata in tempo reale, una coloratissima gallery di immagini, e poi video, social wall, comunicati stampa, loghi, locandine. Contenuti esclusivi e una chiave preziosa per dischiudere le meraviglie dei libri e della lettura. Le adesioni sono aperte e partecipare è semplice quanto fare click (su “Inserisci la tua iniziativa”). Al termine della campagna, ai migliori progetti (suddivisi nelle cinque categorie: biblioteche, scuole, associazioni culturali, strutture sanitarie e di reinserimento, librerie) sarà assegnato il premio Il Maggio dei Libri 2015. 

Tutte le informazioni su come aderire alla campagna sono disponibili su www.ilmaggiodeilibri.it e per contatti, condivisione di esperienze e interazioni social l’appuntamento con il Maggio dei Libri è come sempre su Facebook (www.facebook.com/ilmaggiodeilibri) e su Twitter (https://twitter.com/maggiodeilibri). Sono disponibili anche le applicazioni gratuite per smartphone, compatibili per sistemi operativi Android e iOS (Apple).   

 

NUMEROSE PIAZZE D’ITALIA PER IL MAGGIO DEI LIBRI13/04/2015

Roma, 13 aprile 2015. Mancano solo 10 giorni all’inizio della quinta edizione del Maggio dei Libri (23 aprile – 31 maggio) e quest’anno il conto alla rovescia è anche per l’esplosione della lettura nelle Piazze del libro (21 maggio – 2 giugno), la grande novità del 2015 per la campagna nazionale promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Le piazze sono il cuore della Storia d’Italia, luoghi da sempre privilegiati per incontri, mercati, scambi di idee e invenzioni: per questo il Maggio dei Libri esploderà come una fioritura primaverile proprio in numerose piazze d’Italia dal 21 maggio al 2 giugno, con un ricco programma di eventi in contemporanea, realizzate in collaborazione con l’Anci, Associazione Nazionale Comuni Italiani. Una gioiosa conquista, ancora “in progress”, che promette di contagiare da Nord a Sud con un’irresistibile voglia di leggere, scoprire nuove storie, esplorare i mondi custoditi nelle pagine. 

Sul modello della storica Fiera dei Librai a Bergamo, che aprirà il prossimo 17 aprile,  a fine maggio via alle iniziative da Trieste a Catanzaro, da Matera – prossima Capitale Europea della Cultura nel 2019 – a Treviso, passando anche per Lecce, Sassari, Lugo, Ventotene, Tricase, Rivoli, Novara, Foggia. Co-protagoniste insieme a queste piazze saranno naturalmente le librerie: grazie alle loro “armi”, i libri, la conquista di queste moderne agorà prenderà le forme più varie. I lettori e aspiranti tali potranno ad esempio curiosare nelle esposizioni di libri all’aperto (Ventotene) o nei mercatini allestiti nei locali storici della torre di Tricase e per chi abita o si troverà a passare per Lecce e Sassari le piazze si animeranno fin dal 23 aprile, Giornata mondiale del libro e inizio del Maggio dei Libri. E l’organizzazione è solo agli inizi: non mancheranno letture a voce alta, iniziative per i più piccoli come pure aperitivi letterari e presentazioni.

Tutte le informazioni su come aderire alla campagna sono disponibili su www.ilmaggiodeilibri.it e per contatti, condivisione di esperienze e interazioni social l’appuntamento con il Maggio dei Libri è come sempre su Facebook (www.facebook.com/ilmaggiodeilibri) e su Twitter (https://twitter.com/maggiodeilibri). Disponibili anche le app gratuite per smartphone, compatibili con i sistemi operativi Android e iOS (Apple).